Home Consigli per gli acquisti Come scegliere Come scegliere il prosciutto cotto

Come scegliere il prosciutto cotto

3070
0
CONDIVIDI
Prosciutto Cotto

Come scegliere il prosciutto cotto

Acquistare un buon prosciutto cotto non è sempre cosa facile. Ma ecco quello che devi sapere prima dell’acquisto.

Italiano o estero, con o senza conservanti, senza lattosio o senza glutine, coscia o spalla… Questi sono solo alcuni dei dilemmi che quotidianamente assillano i clienti di ogni gastronomia.

Ecco cosa devi sapere prima dell’acquisto:

Il prosciutto cotto senza conservanti non esiste(o quasi)

La stragrande maggioranza(se non tutti) dei prosciutti cotti che trovi al bancone di gastronomia del tuo supermercato di fiducia ha i conservanti. Ma questo non deve risuonare come un allarme. I conservanti, sono indispensabili per il mantenimento del prodotto. Sia per il negoziante che per la tua gestione in frigorifero.
Se il tuo gastronomo ti dice che il cotto che hai scelto non contiene conservanti, chiedi di mostrati dov’è riportata questa informazione nella confezione originale del prosciutto. Fidarsi è bene, controllare è meglio.

I prosciutti nati ed allevati in Italia molto spesso sono più grossi e grassi

Ovviamente non è l’unico parametro di distinzione, ma è quello visivamente più facile da verificare. Questo perché i prosciutti proveniente dall’estero e in particolar modo dall’Olanda e il Belgio (paesi con minori restrizioni alimentari)vengono allevati con mangimi che favoriscono l’accrescimento della massa magra a discapito di quella grassa. Mentre in Italia e Francia certi tipi di alimentazione non sono permessi dalla legge.

Il modo migliore per verificare la provenienza di un prosciutto sarebbe quello di controllare i timbri sulla cotenna. Ma non è un operazione facilmente eseguibile dal consumatore, quindi la fiducia verso il gastronomo ricopre un ruolo essenziale.

Senza Glutine e Lattosio

Con la crescita di patologie legate alle intolleranze alimentari le industrie del food hanno messo in commercio molti prodotti senza glutine e senza lattosio, questi prodotti per gli intolleranti sono ovviamente da scegliere, ma anche qui bisognerebbe sempre controllare il prontuario che ogni allergico dovrebbe avere e scegliere in base alla disponibilità.

 

Attenzione ai nomi di fantasia

Se un prosciutto si chiama ad esempio “bella Norcia” o “Parma gusto” o ancora “Norcino carino” (sono tutti nomi da me inventati, spero non esistano in commercio)non significa necessariamente che quel prodotto sia di Norcia o Parma. Infatti, in assenza di un disciplinare specifico(D.O.P. ed I.G.P.) i produttori sono liberi di adoperare maiali provenienti da paesi esteri per poi essere commercializzati con nomi di fantasia.

Un ultimo consiglio

Tutto ha un prezzo. Usa la logica ed il buon senso. Se un prodotto è nazionale, proviene da un coscio intero, è senza glutine e senza lattosio e magari ha una selezione di carne di alta qualità non potrà mai costare poco.

Il prezzo è spesso(ma non sempre) indice di qualità, o quanto meno ci fa capire molto sul prodotto che stiamo per acquistare. Diffida quindi di prezzi estremamente bassi. A meno che non sia una super offerta temporanea.

Buona spesa. 😉

Comments

comments